All Posts by Comitato Calamendrei

Riina: facciamo chiarezza sulla sentenza. A lui va applicata la nostra legge, non la sua.

Dichiarazione dell’Avvocato Giuseppe Rossodivita, Segretario del Comitato Radicale per la Giustizia Piero Calamandrei e membro della Presidenza del Partito Radicale. E’ deprimente assistere al dibattito che si è scatenato subito dopo la pubblicazione della sentenza della Corte di Cassazione su Totò Riina. E’ deprimente constatare l’ignoranza o la malafede della

leggi tutto

PERCHÈ SÌ – Legalizzare non è liberalizzare

di Giuseppe Rossodivita* sul quotidiano Il Tempo 06/05/2017 Da poco il fronte antiproibizionista sulle droghe leggere vanta un «militante» in più. Con una lunga lettera apparsa su un giornale Henry Jhon Woodcock, il Pubblico Ministero di Napoli molto noto alle cronache per tutt`altre vicende giudiziarie, si è pubblicamente esposto chiedendo

leggi tutto

La Marcia radicale per l’Amnistia e la giustizia

Alla marcia per l’Amnistia, organizzata dal Partito radicale, sono giunte olte le adesioni dal mondo politico, della cultura, del giornalismo e dai detenuti di Valentina Stella Il Dubbio 16 aprile 2017   Il Partito Radicale è ritornato a manifestare per la V Marcia di Pasqua per l’amnistia affinché, come hanno

leggi tutto

Comitato Calamandrei organizza tavola rotonda su: Caso Pellegrini – Quando il proibizionismo nega il diritto alla salute

Sabato 18 marzo 2017, dalle 11,00, si terrà nel salone del Partito Radicale la tavola rotonda dal titolo: “Caso Pellegrini – Quando il proibizionismo nega il diritto alla salute”. Interverranno, come relatori, Rita Bernardini e l’avv. Vincenzo Di Nanna. Modera: l’avvocato Aldo Pazzaglia L’evento è stato accreditato per un credito formativo ordinario.

leggi tutto

Pannella: i radicali sono quelli seduti accanto a me dietro questo tavolo

[Nella foto in alto, da sinistra: Angiolo Bandinelli, Valter Vecellio, Rita Bernardini, Marco Pannella, Marco Beltrandi, Giuseppe Rossodivita] Il tavolo era molto lungo. Per la verità erano più tavoli uno affiancato all’altro. Formavano una sorta di linea di demarcazione nell’atrio della sala congressi di Chianciano, dieci passi dopo la porta

leggi tutto